La parola più fraintesa del marketing: pubblicità mobile first. La maggior parte delle persone pensa che si tratti semplicemente di pensare ai contenuti in modo tale che vadano bene anche per il mobile. Ma la verità è che la pubblicità mobile first è molto di più: significa fare leva sulle caratteristiche proprie del mobile per creare formati di pubblicità accattivanti e originali che funzionino bene PRIMA DI TUTTO sul mobile. Sembra facile, no? E allora perché il video pubblicitario che hai creato con il budget trimestrale non dà i risultati voluti? O quella creatività così smart che hai progettato alla perfezione nella tua Social Media Strategy? Forse la risposta è proprio che non è stata pensata mobile first. Vediamo insieme perché.

La trappola della pubblicità mobile first: sembra facile ma non lo è

Pensare mobile first non è facile come sembra. Perché? Ovviamente perché noi lavoriamo su computer, e i grafici lavorano su computer dagli schermi ancora più grandi. E soprattutto, disposti in orizzontale! Come si fa a pensare mobile first se il mobile non viene mai utilizzato? Questa è la vera difficoltà: sforzarsi di guardare la propria creazione con gli occhi dello smartphone, provando a immaginarlo in formato verticale, magari sui social quindi tagliato, o senza audio nel caso di un video. Perché è così che i tuoi utenti lo vedranno!

lavoro al computer

Da pubblicità mobile first a mobile only?

C’è addirittura chi sostiene che la pubblicità mobile first sia il passato: oggi la supremazia dello smartphone è talmente forte che si può parlare di mobile only. Inutile pensare un contenuto per il computer, tanto gli utenti che lo vedranno lì sono una porzione infinitesimale dell’audience, anzi, se il target è molto giovane potrebbe proprio non esistere.

Secondo le più recenti ricerche infatti in Italia su 31 milioni di utenti attivi sui social, ben 28 milioni utilizzano quasi unicamente lo smartphone per accedere. A livello mondiale, più della metà del traffico internet è generato da mobile. Insomma, sei proprio sicuro che quella bella pubblicità in orizzontale che hai creato verrà vista dai tuoi utenti così come tu l’hai pensata su computer?

E’ chiaro che bisogna fare pubblicità mobile first, quindi. Ma a cosa stare attenti?

Facebook mobile first

La To-Do list della pubblicità mobile first

Bene, quindi stai per creare la tua prossima campagna e vuoi essere sicuro di pensare mobile first, giusto?

Ecco 6 cose cha non devi dimenticare assolutamente:

  1. Il video senza audio: vuoi mettere il tuo video sui social? Ricorda che la maggior parte delle persone lo vedranno senza audio, quindi meglio pensare a dei sottotitoli, o ancora meglio a contenuti visuali che non abbiano bisogno di parole o musica
  2. E che sappia conquistare entro i primi 3 secondi: esatto, così poco. Questo è il tempo medio prima dello scroll down sui social quando un video parte in automatico. Meglio spostare la parte “noiosa” alla fine.
  3. Scritte grandi: dal computer quella scritta sembra assolutamente leggibile, ma dallo smartphone? Meglio ingrandirla, o renderla parte del contesto.
  4. Pensa in verticale: che sia un video o un’immagine, ricordati che i social hanno ridefinito le regole del gioco! La supremazia dell’orizzontale e finita, lunga vita al verticale.
  5. Formati speciali: tutti i social ormai hanno dei formati di pubblicità speciali per il mobile. Pensa a Facebook con i Canvas: perché non provare?
  6. Metacomunicazione mobile: è possibile addirittura “giocare” con l’utente spingendolo a compiere azioni con il telefono per scoprire di più sulla nostra campagna. In che senso? Ad esempio invitarlo a girare il device per far apparire qualcosa di nascosto nella grafica, o a cliccare sull’immagine per ingrandirla e far apparire un contenuto aggiuntivo che era stato tagliato nell’anteprima.

mobile first al lavoro

Ecco, ora sei pronto a fare pubblicità mobile first per davvero. Vediamo se quel video può finalmente avere il successo che merita dopo averlo rivisto in questa chiave!

 

Cosa ne pensi? Qual è la tua più grande difficoltà nel fare pubblicità mobile first? Scrivici e saremo felici di suggerirti una soluzione.

Pubblicità mobile first: perché è importante e come farla bene ultima modifica: 2017-11-16T07:18:12+02:00 da Ilaria Cazziol

Questo Sito utilizza cookie tecnici e di profilazione alcuni dei quali rientrano nella responsabilità di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito o cliccando in qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso leggi l'Informativa sulla Privacy e la Cookie Policy.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close