La soluzione agli errori con Facebook Advertising? Finalmente l’hai trovata!

Se pensi che utilizzare Facebook Advertising sia un affare da pivelli, ti sbagli. E’ vero, il social newtork più famoso del mondo è stato creato in modo tale da poter essere utilizzato da tutti, ma quella che è la parte legata al business e al marketing no!

Per utilizzare al meglio gli strumenti messi a tua disposizione, quindi, ci vogliono preparazione, studio, pratica. Insomma, non ci si improvvisa esperti, perché gli errori sono dietro l’angolo.

Se le tue campagne pubblicitarie impostate su Facebook non stanno andando come speravi, allora stai commettendo uno, o più, di questi 5 errori fatali che stanno dilapidando il tuo budget. Se si utilizza questo strumento per aumentare le vendite online, è bene non commettere passi falsi, in maniera tale da avere un riscontro positivo.

5 errori fatali che stai commettendo con Facebook Advertising

 

  1. Assenza di strategia

Non si può in alcun modo iniziare una campagna se prima non si è stabilita la direzione da prendere e se la meta da raggiungere non è chiara. La strategia è la parte più importante, senza la quale non si va da nessuna parte! Se la tua campagna sta andando a rotoli, domandati se ti sei prefissato il giusto obiettivo e hai pianificato al meglio le mosse da fare per raggiungerlo: probabilmente ti accorgerai che non è così. Agisci, prima che sia troppo tardi. Come?

  • Definisci l’obiettivo della campagna;
  • Definisci la call for action per l’utente;
  • Scegli la tipologia di inserzione che fa al caso tuo.

In questo modo, potrai strutturare tutta la campagna, i risultati saranno ottimizzati e il riscontro sarà positivo.

2. Poca conoscenza del proprio target

Prima di strutturare la tua campagna Facebook Advertising, hai studiato l’utente tipo a cui l’azienda che sponsorizzi si rivolge? Capita spesso di vedere delle pubblicità completamente fuori target e questo significa che, alla base, non solo c’è assenza di pianificazione, ma che non si è studiato il caso e non si ha la minima idea di quelli che sono i soggetti che potrebbero essere interessati all’inserzione.

Una delle prime cose da fare quando si mette in piedi una campagna pubblicitaria su Facebook è selezionare il pubblico, in modo tale da non sprecare il budget a propria disposizione con utenti a cui non interessa il prodotto che si sponsorizza.

3. Inclusione degli utenti che hanno già convertito

Questo punto è strettamente connesso al precedente. La poca conoscenza del pubblico che dovrebbe essere interessato dalla campagna pubblicitaria porta a questo banale errore: perché sprecare i propri soldi mostrando l’inserzione a chi ha già convertito? Dopo aver fissato l’obiettivo della campagna, la call for action per il cliente è bene includere solo chi non ha già convertito.

Un esempio pratico potrebbe essere il seguente: si crea un annuncio per incitare il pubblico a lasciare il proprio indirizzo e-mail. Includere nel pubblico di quella specifica inserzione chi ha già fornito il proprio indirizzo in altre occasioni, non ha alcun senso e potrebbe portare con sé solo un dispendio di budget. A questo punto, quindi, è importante andare a escludere questa fetta di pubblico, lavorando sulla sezione specifica Facebook Custom Audiences.

4. Partire senza aver prima testato la validità della campagna

Bene, hai strutturato tutta la campagna che intendi lanciare, hai settato quello che credi essere il pubblico migliore, hai messo nero su bianco la tua strategia e vorresti solo partire immediatamente, per cercare di ottenere risultati immediati. Sbagliato! Una mossa del genere, che potremmo definire avventata, potrebbe mandare in fumo tutto il budget che hai a tua disposizione.

Ecco, quindi, che il consiglio è quello di fare un test preliminare e di utilizzare una piccola parte (10% del totale) della somma che hai previsto. In questo modo, sarà possibile testare sul campo quella che è la risposta del pubblico e la validità della strategia.

5. Non monitorare

Perdere di vista questo aspetto è l’errore più grande che si possa compiere. Per mettere in piedi delle campagne sempre più ottimizzate, dovresti tenere in conto di quelli che sono i risultati raggiunti man mano. Il monitoraggio è l’unico modo per assicurarsi che gli annunci siano efficaci, il pubblico sia rilevante e il budget sia speso nel modo migliore.

Se stai commettendo almeno uno di questi errori fatali, probabilmente le tue campagne Facebook Advertising sono un vero e proprio fallimento e dovresti fare qualcosa per correggere il tiro. I consigli dati sono un ottimo punto di partenza per inseguire il successo.

Vuoi scoprire quali sono i tuoi errori specifici con Facebook Advertising? Scrivici per sapere cosa possiamo fare per aiutarti.

Facebook Advertising: 5 errori fatali che dilapidano il tuo budget ultima modifica: 2017-09-30T11:47:28+01:00 da Serena Marigliano

Questo Sito utilizza cookie tecnici e di profilazione alcuni dei quali rientrano nella responsabilità di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito o cliccando in qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso leggi l'Informativa sulla Privacy e la Cookie Policy.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close