Lo sapevi?

contenuti virali possono aiutarti con la crescita del tuo business.

Quando si parla di contenuti virali si pensa subito ad alcuni grandi tormentoni che tengono banco su internet e che sono noti a tutti. Del resto, l’obiettivo principale di chi studia dei contenuti con un tasso di viralità elevato è proprio questo: far parlare di sé e del proprio prodotto e farsi ricordare. Si tratta di un obiettivo ambizioso e non semplice da centrare, neppure se si è dei super esperti di social media marketing. 

Eppure, si può avere un piano editoriale perfetto, ricco e preciso, ma se si crea un contenuto virale il successo è assicurato! Tuttavia, non si deve lasciare http:\\/\\/dev.idearla.coma al caso, men che meno all’improvvisazione. Ecco perché vogliamo dare dei consigli vincenti per la creazione di questo tipo di contenuti.

Contenuti virali: come crearne uno perfetto

Il primo consiglio da seguire è quello di pensare al cosiddetto contenuto out of the box, quello in grado di meravigliare e di creare l’effetto sorpresa tipico dei contenuti virali. Niente idee banali, quindi, sono bandite. Se si vuole un contenuto virale si deve puntare sull’unicità del concetto e del modo di esprimerlo, altrimenti rimane una cosa come ce ne sono molte altre.

Dopo aver avuto l’idea brillante, bisogna passare al dunque. Attenzione, ogni contenuto può diventare virale, sia esso un’immagine, un video o qualsiasi altra cosa. Tuttavia, al giorno d’oggi, vanno per la maggiore soprattutto i video virali che vediamo circolare quotidianamente nei feed dei nostri social network.

contenuti virali

Pertanto, se si vuole veicolare al meglio un’idea strepitosa e ad altissimo potenziale, non c’è niente di meglio che un bel video, ben realizzato e ben pubblicizzato. Nel momento stesso in cui verrà notato da qualche utente, che lo posterà sui propri social, l’effetto repost è assicurato e l’obiettivo sarà centrato. Naturalmente, non si deve trattare di video non idonei, che andrebbero a mortificare anche la migliore delle idee: i video virali devono essere ben curati e travolgenti. In poche parole si deve trattare di contenuti ben fatti e in grado di suscitare emozioni o reazioni. Solitamente fanno leva su alcuni elementi come la paura, la curiosità, oppure puntano a far divertire chi li guarda.

Cavalcare l’onda per contenuti virali al top

Altro elemento che si deve sempre tenere in considerazione nel momento in cui si vanno a creare dei contenuti virali è il tempismo. Cosa significa? Che si deve sempre cavalcare l’onda per avere dei risultati eccezionali. Il consiglio, quindi, è quello di legare l’idea wow che si può avere a dei fatti di attualità o alle mode del momento.

Questo è possibile, però, solo se si sa ascoltare il mondo che ci circonda, se si sanno cogliere le tendenze e se si sa come sfruttare il tutto! Infine, sottolineiamo che per un contenuto eccezionale, in grado di diventare virale, serve anche la semplicità.

Inutile creare un meme (che può essere una frase fatta, uno stereotipo, una battuta) o un video che capirebbero in pochi: l’obiettivo è quello di raggiungere il maggior numero possibile di persone e, pertanto, è importante realizzare qualcosa di comprensibile per tutti, con un significato sì forte, ma anche molto immediato. In questo modo si suscita immediatamente quella reazione che porta alla condivisione del contenuto una, due, tre, dieci, centro, mille volte.

Cosa può tramutarsi in un contenuto virale?

Per capire su cosa puntare, si dovrebbe innanzitutto capire cosa piace condividere ai propri utenti. Sono state condotte molte ricerche in merito e si è arrivati a dire che liste infografiche ottengono anche più condivisioni dei video. Tuttavia, non si può negare che su piattaforme come YouTube spopolano dei video che hanno milioni di views. Questo incarna il concetto stesso di contenuto virale. Un esempio su tutti? Basta vedere i numeri che fanno solitamente registrare i video con gattini!

Il pubblico preferisce, quindi, qualcosa di immediatamente usufruibile come liste, elenchi, infografiche. Meglio evitare i muri di testo! Altro utile consiglio pratico per creare contenuti virali è ricordarsi sempre di inserire immagini (attinenti al discorso) e grafici, se è possibile!

Vuoi altri consigli sui contenuti virali? Scrivici e saremo lieti di aiutarti!

 

Come creare contenuti virali: i nostri consigli vincenti! ultima modifica: 2017-11-16T11:26:11+02:00 da Serena Marigliano

Questo Sito utilizza cookie tecnici e di profilazione alcuni dei quali rientrano nella responsabilità di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito o cliccando in qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso leggi l'Informativa sulla Privacy e la Cookie Policy.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close